L' Universo Donna in Mostra al castello di Sannicandro di Bari e alla Pinacoteca Civica di Cassano delle Murge

Dipinto dell'artista Maria Bonaduce
La IV edizione della Rassegna itinerante "Universo donna" , a cura di Michele Di Leo e Emanuela Elba, inizia un percorso espositivo d’arte che porterà ventuno artiste in varie sedi in Italia e all’estero. Prima tappa le splendide sale del castello di Sannicandro di Bari. Quale seconda tappa dal 1 maggio al 2 giugno la  Pinacoteca Civica di Cassano delle Murge.
 
Questa mostra appare come uno spaccato, un microcosmo del multiforme ingegno artistico femminile. Volutamente abbiamo messo insieme artisti di tutti i generi artistici ( Marina Altieri, Maria Antonelli, Heidi Bayer, Antonella Barucchelli, Maria Bonaduce, Lucia Buono, Rosa Bux, Raffaella Cardinale, Liliana Carone, Rosalba Cifarelli, Cinzia De Vita, Anna Guerriero, Rossella Laterza, Dele Mahal, Livia Mattoni, Silvana Multari, Linda Nuzzi, Nicoletta Scaringi, Sabrina Schutz, Zora Seitz e Sabrina Vendola) per documentare il variegato mondo dell’arte contemporanea.
 
Le mostre saranno accompagnate da conferenze e dibattiti sul tema della donna tenuti da eminenti personalità della cultura e dell’arte.
 
Hanno collaborato a questo progetto la Galleria Bayer Wech di Monaco di Baviera, La Galleria Ax Contemporanea di Roma, la galleria Dueffe di Bari, ADSUM arte contemporanea Terlizzi.
 
Comitato Scientifico Organizzativo: Prof. Sabino Lerario,  Arch. Luigi Viapiano, Dott.ssa Rosaria A.Cifarelli,  Prof.ssa Porzia Carucci,  Prof. Claudio Vino.
 
Vernissage venerdì 5 aprile 2013 ore 19,00
Presso il Castello Sannicandro di Bari
visitabile dal 5 all’ 8 aprile 2013
orari:  lunedì-giovedì-venerdì:18,00-20,30; sabato-domenica:  10,30-12,30 /17,00-21,00
 
Patrocini dei Comuni di Sannicandro di Bari e Cassano delle Murge

Commenti

Post popolari in questo blog

L’Accademia Teatro alla Scala e PINKSIE THE WHALE presentano un balletto ispirato a Pinksie, la balena rosa.

Nasce a Brescia un nuovo grande Festival di Fotografia.

Visita alla casa-studio di Sauro Cavallini