Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2017

Giacomo Balla. Un’onda di luce

Immagine
Il consistente nucleo di opere di Giacomo Balla nelle collezioni della Galleria Nazionale è frutto dell’illuminata generosità delle figlie dell’artista verso il museo che già nel 1971 aveva organizzato una importante retrospettiva che fu l’occasione per riflettere sul significato della presenza di Balla in mezzo secolo d’arte italiana e sulla sua centralità nel movimento futurista. 
I 35 dipinti donati da Elica e Luce Balla nel 1984 (pratica definita nel 1988), comprendono alcuni capolavori,  quali La pazza (1905, dal Polittico dei viventi), Affetti (1910); e, inoltre, opere chiave del periodo futurista, di cui la Galleria Nazionale era priva, quali le due tavolette delle Compenetrazioni iridescenti (1912), gli studi sulla velocità, le Dimostrazioni interventiste (1915), i dipinti degli anni venti di ispirazione spiritualista, fino a comprendere l’ultima produzione figurativa, all’epoca ancora poco studiata, venendo così a colmare le lacune della collezione della Galleria Nazionale. 

Il Vomere di Zafra

Immagine
A distanza di tre anni, la Costantini Art Gallery presenta dal 24 febbraio al 12 aprile 2017 “Il Vomere di Zafra”, una nuova mostra personale dello scultore Franco Zazzeri.
Classe 1938, Zazzeri è stato un fervente esponente della scena artistica milanese fin dai primi anni ’70, con esposizioni al Palazzo della Permanente e al Castello Sforzesco, successivamente ricordiamo - fra le altre - le presenze al Palazzo dei Diamanti di Ferrara, alla Quadriennale d’Arte di Roma e alla XLII Biennale di Venezia. 
In esposizione una selezione di opere appartenenti al ciclo del “Vomere” in cui il tema del tempo, ricorrente nelle ricerche artistiche dell’autore, è affrontato attraverso l’arcaica figura di un aratro primordiale.
Tutte sculture in bronzo, ma rigorosamente fuse in esemplare unico, in cui il vomere è raffigurato nell’atto di arare il terreno per portare in superficie la morbida terra rimasta al caldo nel sottosuolo durante il freddo inverno; l’eterno gesto di solcare i campi è usato qua…

Battaglienelcielo

Immagine
Spaziobianco presenta la terza mostra del trittico dedicato ad uno dei maestri dell’arte contemporanea italiana. “Battaglienelcielo” raccoglie le opere create da Armando Marrocco tra il 2003 e il 2016.
 La mostra è la terza rappresentazione/testimonianza di un percorso artistico originale e complesso iniziato negli anni Cinquanta del XX secolo e ancora in pieno svolgimento. Spaziobianco ha già presentato nelle sue sale ”Il luogo del ritrovo” (nel 2014) e “Uomouniverso” (nel 2015). Ora, con “Battaglienelcielo” offre ai visitatori un nuovo e sorprendente paradigma del mondo poetico di Armando Marrocco.



Armando Marrocco - Battaglienelcielo SPAZIOBIANCO GALLERY Torino - dal 23 febbraio al 23 marzo 2017 Via Saluzzo 23bis (10125) +39 3336863429 spaziobiancogallery@gmail.com www.spaziobiancogallery.com

WARHOL VS GARTEL. HYP POP

Immagine
Il Lu. C.C.A. - Lucca Center of Contemporary Art comunica e invita alla conferenza stampa di presentazione della mostra 'WARHOL VS GARTEL. HYP POP' a cura di Maurizio Vanni che si terrà venerdì 24 febbraio 2017 alle ore 12,00 (via della Fratta, 36 – Lucca).
Interverranno: Angelo Parpinelli, Presidente della Fondazione Lu.C.C.A. Museum Giovanni Lemucchi, Assessore al Turismo e allo Sviluppo economico del Comune di Lucca Maurizio Vanni, Direttore del Lu.C.C.A. e curatore della mostra Massimo Ferrarotti, Presidente Associazione Spirale d’Idee Maurizio Monticelli, Collezionista e amico di Laurence Gartel Pietro Folena, Presidente Associazione MetaMorfosi Rappresentanti della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, della Fondazione Banca del Monte di Lucca e Gesam Gas+Luce
Un confronto tra due artisti che, seppur con modalità differenti, hanno compreso che la realtà quotidiana non poteva più essere interpretata, che il mondo dell'arte non poteva essere innovato utilizzando gli strume…

LIFE – MAGNUM

Immagine
Fotografie di Eve Arnold, Werner Bischof, Bruno Barbey, Cornell Capa, Robert Capa, Henri Cartier-Bresson, Bruce Davidson, Elliott Erwitt, Ernst Haas, Philippe Halsman, Inge Morath, Dennis Stock 
Mostra a cura di Marco Minuz


Comunicato Stampa
La mostra, per la prima volta in assoluto, intende analizzare il rapporto fra la celebre rivista americana Life e l’agenzia fotografica Magnum Photos, ed in particolare i reportage realizzati dai fotografi membri dell’agenzia che vennero pubblicati da Life, il fortunato settimanale creato nel 1936 Henry Luce, già editore di Time. Ad un anno dalla sua nascita Life tirava cinque milioni di copie conquistandosi un ruolo che solo la diffusione della televisione minò, portandola alla chiusura nel 1972. 
Il nuovo medium, la tv, riusciva a proporre con più immediatezza ciò che era stato il patrimonio di Life: il racconto per immagini. Life con i suoi contenuti editoriali, ma soprattutto grazie al suo contenuto iconografico, contribuì a creare una identità…

Spazi altri per ArtGallery Milano

Immagine
ArtGallery Milano è lieta di presentare la nuova mostra collettiva Spazi altri che verrà inaugurata giovedì 23 aprile 2017 alle ore 18:30.
Spazi altri nasce e si sviluppa a partire dalle riflessioni del filosofo Michel Foucault che così intitolò il suo intervento presso il Cercle d'études architecturales di Tunisi nel marzo del 1967.
Il filosofo francese incentrò il suo discorso sulle eterotopie, termine da lui stesso coniato per indicare quei luoghi che racchiudono in sé una eterogeneità di spazi apparentemente incompatibili. Spazi che assumono molteplici valenze e che comprendono quindi una pluralità di significati. Spazi dove si manifesta una sospensione del tempo come le biblioteche e i musei dove oggetti di diverse epoche convivono a stretto contatto, oppure luoghi come i teatri e i cinema dove durante la messa in scena di uno spettacolo coesistono ambienti, momenti storici, linguaggi e significati distinti.
Partendo da questa teoria prende forma Spazi altri, percorso che rac…

Miró. Le parole multicolori

Immagine
Miró. Le parole multicolori
a cura di Andrea Kerbaker 
8 marzo – 12 aprile 2017 
Inaugurazione 7 marzo 2017 dalle ore 18
Kasa dei Libri Largo De Benedetti 4, Milano
Alla Kasa dei Libri dall’8 marzo andrà in scena la scrittura a colori di Joan Miró, in una mostra con libri e opere grafiche dell’artista catalano.

Artista sublime, amatissimo e molto prolifico, negli ultimi anni Joan Miró è stato oggetto di mostre internazionali ricche e variegate. Difficile quindi dire su di lui qualcosa di nuovo e diverso, a meno di non affrontare la sua figura da una prospettiva particolare. È questo lo scopo di Miró. Le parole multicolori, che propone la Kasa dei Libri di Andrea Kerbaker per dipingere la figura del pittore catalano dal poco noto punto di vista dei libri, con risultati sorprendenti. Per Miró, infatti, il rapporto con il libro e i suoi autori è un amore a prima vista, che scoppia tra le due guerre e lo accompagna durante tutta la sua vita artistica, praticamente in tutte le sue varianti, con un…

Priscilla e il bell'anatroccolo

Immagine
Domenica 19 febbraio 2017 alle ore 11 appuntamento per i più piccoli alla Feltrinelli di Bari con la presentazione del libro di Anna Maria Di Terlizzi "Priscilla e il bell'anatroccolo" edito da Gelsorosso Casa Editrice. Seguirà un laboratorio delle maschere di Carnevale con l'illustratrice Laura Fusco.

Priscilla e il bell'anatroccolo racconta la storia di un piccolo anatroccolo che un tempo era la regina di un regno bellissimo, finita tra le zampette di un ratto cattivo, si trova a chiedere aiuto ad una piccola fanciulla...
Un racconto che porta a chiederci se la bellezza può causare danno, la superbia può farci diventare migliori, i piccoli difetti che ognuno di noi ha possono essere corretti. E come? Priscilla, aiutando un bell’anatroccolo a ritrovare la sua “essenza” accompagnerà i piccoli lettori in un mondo fantastico che si trova aldilà di un laghetto fatato…


Anna Maria Di Terlizzi, già docente di discipline plastiche, partecipa sin dal 1966 a collettive e n…

Mariangela Della Notte - Solo

Immagine
Domenica 12 febbraio alle ore 17, presso Lo Spazio di via dell'Ospizio, inaugura la mostra fotografica di Mariangela Della Notte, SOLO.
La cucina di casa non esiste più. I luoghi abituali diventano altro.  Al posto di uno spazio definito una nicchia di esplorazione e di creazione.
Ciò che più governa e muove la nostra identità ruota intorno ad un centro di calore e intimità, dove crediamo di essere più prossimi a noi stessi. SOLO, il nuovo progetto fotografico di Mariangela Della Notte, si muove da questo luogo per interrogare la nostra identità, privata di quello che più ci sembra familiare. Mette al centro il suo corpo, di donna, madre, artista, prepara il set fotografico nella sua cucina (rendendola irriconoscibile, spazio apparentemente asettico) e imposta l’autoscatto. 
Ecco l'assolo con tutta l'imprevedibilità di un pezzo eseguito con inventiva immediata. Ne scaturiscono foto potenti dove il volto e il corpo spesso sono sporcati, da materia, colori. Immagini che ci o…

Frammenti di Nicla Ferrari in mostra a ReArt Belle Arti

Immagine
Con la mostra personale di Nicla Ferrari, in programma dal 25 febbraio al 1 aprile 2017, ReArt Belle Arti apre il proprio spazio dedicato all’arte contemporanea in Viale Umberto I n. 42/B a Reggio Emilia. Curata da Gaia Bertani, l’esposizione sarà inaugurata sabato 25 febbraio alle ore 18.00. 
Il titolo della mostra, “Frammenti”, fa riferimento alla frammentazione della figura umana che da alcuni anni caratterizza la pittura dell’artista reggiana, tra riferimenti mitologici, corrosione del tempo e graduale liquefazione del colore.
In mostra, una quindicina di opere ad olio su tela o su tessuto antico, unitamente ad alcuni lavori inediti a grafite su tavola che riprendono uno dei temi cari alla pittrice – le mani – dal quale ha avuto origine il suo percorso di ricerca.
«Il referente principale delle opere di Nicla Ferrari, scrive la curatrice, è la classicità, ideale indiscusso nelle nostre menti, simbolo di un passato che fa parte di noi e che rimane indelebile nel tempo. Ma l’intenzi…

La Stampa fotografa un’epoca

Immagine
Il 9 febbraio 2017 La Stampa compie 150 anni. In occasione di questo importante anniversario Palazzo Madama ospita La Stampa fotografa un’epoca, mostra che documenta con quasi 500 fotografie la nascita e l’evoluzione del quotidiano nazionale nato a Torino che dal 1867 ha saputo accompagnare i propri lettori in un viaggio con gli occhi aperti sul mondo e la mente rivolta al futuro, mantenendo al contempo uno strettissimo legame con il proprio territorio.
La mostra è allestita nella suggestiva cornice della Corte Medievale, cuore del Palazzo e luogo ideale - con la sua commistione di epoche e di stili - per accompagnare il visitatore in un percorso storico lungo 150 anni, ed è visitabile dal 9 febbraio al 22 maggio 2017.
Attraverso una selezione di 500 fotografie e documenti provenienti dall’archivio storico del giornale sarà possibile rivivere temi sociali, costumi e personaggi che hanno caratterizzato un secolo e mezzo di storia, testimoniando al contempo l’importanza fondamentale che…

Come to Light

Immagine
Sabato 11 Febbraio alle 18:00 verrà inaugurata allo Spazio COMEL la mostra di Emanuela Del Vescovo, artista pontina, laureata nel 2000 all’Accademia di Belle arti di Roma nel corso di pittura di Antonio D’Acchille, uno dei fondatori della “Nuova Maniera” teorizzata dal critico Giuseppe Gatt
Come to light, ciclo pittorico iniziato nel 2015 (tele e tavole dipinte ad olio) dove la figurazione di matrice classica e l’ispirazione (nata dalla concezione scientifico spirituale del mondo di Rudolf Steiner) sono in sintonia con tutta la ricerca pittorica di Emanuela del Vescovo, tende a ritrovare una misticità legata all’uomo e alla natura. 
L’esposizione comprende opere di grandi dimensioni, accompagnate da opere di formato minore.  Tre le tele dominanti: Come to light; L’iride del tempo; Return to light. In Come to light, ritroviamo una visione dell’evoluzione umana, dalle prime forme di vita alla coscienza del sé; Nel grande tondo L’iride del tempo, sono raffigurati figure ed elementi arc…

Sequenza di Massimo Giordano

Immagine
Lo spazio M4A-MADE4ART di Milano presenta la mostra fotografica Sequenza, personale dell’artista e fotografo Massimo Giordano (Agropoli, 1970) a cura di Elena Amodeo e Vittorio Schieroni

In esposizione venti opere appartenenti alla serie omonima, progetto artistico che indaga il ciclo della Vita visto attraverso il corpo della donna, una sequenza che ripercorre le tappe dell’esistenza dall’inizio al suo concludersi, una fine che in realtà è un aprirsi verso una nuova vita al di là della morte. 
Forme sinuose che emergono da sfondi indistinti, poche tracce di colore che risaltano da un nero profondo e intenso, chiaroscuri di forte impatto che svelano dettagli lasciando intuire all’osservatore ciò che non si vede. Immagini evocative e di forte impatto, un invito a riflettere sulla propria esistenza, su ciò che era prima del nostro comparire sulla terra e su ciò che ci aspetta oltre questa realtà. 
Accompagna la mostra un catalogo con testi critici dei due Curatori e le immagini delle …

L'Arte tra maschere e colori del Carnevale

Immagine
Il Carnevale di Venezia quest'anno si fa promotore dell'arte con la mostra collettiva "L'Arte tra maschere e colori del Carnevale", dall'11 al 20 febbraio 2017, nelle antiche sale del Centro d'Arte San Vidal - U.C.A.I. (Unione Cattolica Artisti Italiani), presso gli spazi della "Scoletta di San Zaccaria".
L'esposizione, a cura di PromArte e con il Patrocinio Morale della Regione Lazio, propone le opere di 44 artisti contemporanei, dediti alla pittura, scultura, grafica e fotografia. L'ingresso è gratuito, con l'obiettivo di far avvicinare il grande pubblico di tutte le età all'arte contemporanea.
Il vernissage si terrà sabato 11 febbraio, alle ore 17:30, con cocktail di benvenuto e performance live della violinista Costanza Benedetelli. A presentare la mostra i critici d'arte Giorgio Pilla e Francesca Catalano.
In particolare, il percorso della mostra di PromArte ci accompagna in un'immersione totale tra l'arte di ier…

Gutta cavat lapidem

Immagine
Dal comunicato stampa - L'Apulia Land Art Festival chiude ufficialmente la sua IV Edizione dal titolo “Gutta cavART lapidem”, e lo fa continuando il suo lavoro di portare l'arte fuori dai comuni schemi e invadendo luoghi spesso ameni all'arte, come le aziende. Dopo le Vetrerie Meridionali di Castellana Grotte, questa volta l'Apulia entra negli inebrianti locali della Cantina Sociale Luca Gentile di Cassano delle Murge dove il prossimo 10 febbraio presenterà al pubblico l'opera d'arte espressamente ideata e realizzata per l'edizione 2016 del festival dallo scultore italiano di fama mondiale Pietro De Scisciolo.
Il concept dell'opera, dal titolo omonimo al tema del Festival, scaturisce da un recente viaggio dell'artista in Cina e dalla fusione di elementi culturali, storici e tradizionali con la nostra civiltà. In particolare, nel progetto confluisce lo studio approfondito della ricerca artistica dell'arte povera italiana. L'unione di questi d…

Modigliani a Palazzo Ducale

Immagine
La mostra, allestita nell’appartamento del Doge di Palazzo Ducale, si propone di illustrare il percorso creativo di Amedeo Modigliani affrontando le principali componenti della sua carriera breve e feconda. 

Attraverso una trentina di dipinti provenienti da importanti musei come il Musée de l’Orangerie e il Musée National Picasso di Parigi, il Koninklijk Museum voor Schone Kunsten di Anversa, il Fitzwilliam Museum di Cambridge, la Pinacoteca di Brera e da prestigiose collezioni europee e americane, oltre ad altrettanti disegni, si intende mettere in risalto il grande valore della sua ricerca in quel clima assolutamente unico creatosi nella Parigi d’inizio Novecento.

Modigliani 16 marzo – 16 luglio 2017
http://www.palazzoducale.genova.it/modigliani-2/





Al di qua del muro. Estroflessione disseminazione monocromia

Immagine
Si inaugura l'11 febbraio 2017 alle ore 17,00 una nuova mostra alla Galleria FerrarinArte di Legnago (VR): "Al di qua del muro. Estroflessione disseminazione monocromia" degli artisti Agostino Bonalumi, Pino Pinelli e Paola Pezzi.
Si tratta di una mostra che unisce, non casualmente bensì con una logica teorico-storica, tre artisti certamente differenti, per età, storia personale ed artistica, ma "legati", in un qualche modo, e capaci di offrire un insieme complesso e stimolante.
Nella storia dell'arte contemporanea, fu Lucio Fontana a voler andare "al di là" del quadro con tagli e buchi "disseminati" sulla tela, per cercare quello che c'è oltre alla superficie, cioè per trovare l'infinito, e fu Alberto Burri a realizzare l'estroflessione della tela (i Gobbi) che faceva protendere, in modo aggettante, l'opera; poi fu Agostino Bonalumi, oltre a Enrico Castellani e Turi Simeti, a sviluppare l'estroflessione che divenne i…

Se il mondo fosse quadro, saprei dove andare…

Immagine
La città di Milano rende omaggio all’artista Fausta Squatriti con "Se il mondo fosse quadro, saprei dove andare…", un progetto a cura di Elisabetta Longari articolato in tre mostre parallele: alla Triennale di Milano, alle Gallerie d’Italia – Piazza Scala, con la co-curatela di Francesco Tedeschi e alla Nuova Galleria Morone, con la co-curatela di Susanne Capolongo.
Ognuna delle tre mostre è un unicum, legata alle altre da un filo conduttore che connette tra loro le opere realizzate in diversi periodi dall’artista durante il suo articolato percorso, a partire dal 1957 fino al 2017.
Pur non volendo essere una retrospettiva esauriente della vasta e differenziata ricerca condotta in oltre sessant’anni di lavoro, il progetto permette di entrare in contatto con modalità e processi creativi di un’artista molto speciale, capace di intuizioni anticipatrici di successive tendenze e a suo agio nell’utilizzo, sempre profondo e originale, di molteplici linguaggi, dalle arti visive, alla…