La Materia, il Pensiero, la Forma nelle opere di Giorgio Carluccio e Rita Fasano

La Materia, il Pensiero, la Forma” è il titolo della mostra d’Arte Contemporanea degli artisti Giorgio Carluccio e Rita Fasano che si inaugurerà sabato 26 Luglio 2014 alle ore 19.00  nelle sale espositive del sito istituzionale “La Casa del Turista” al lungomare Regina Margherita a Brindisi. L’evento è organizzato dall’Associazione Culturale “Eterogenea” nell’ambito del progetto d’Arte “Le Ali di Mirna” di Mesagne. La presentazione critica è a cura del Prof. Mario Meo

Giorgio Carluccio, già docente di Discipline Plastiche al Liceo Artistico di Brindisi, opera nel campo della pittura e della scultura dal 1965. Nei primi anni ’70 opera nell’ambito delle avanguardie, attratto dall’informale ed in particolare dall’espressionismo astratto e dai concetti spaziali di Lucio Fontana. L’artista nelle sue opere traduce emozioni, immagini della memoria, utilizza valori e simboli delle origini della sua cultura. I contenuti plastici, l’equilibrio compositivo misurato, configurano un’indagine estetica ove l’equilibrio classico della tradizione si fonde con l’esperienza contemporanea. Le sue opere figurano in collezioni private e istituti pubblici. 

Le opere di Giorgio Carluccio, che matura lungo il suo andare per l’arte plastica, letture di natura espressionista-concettuale e, non a torto, ravvisa e configura anche una lettura sociologica, testimoniano le ben evidenti “tensioni, i disagi e le lacerazioni interiori che affliggono l’uomo contemporaneo”. La materia che Egli usa, le più materie, terracotta, ferro, corda, nella loro essenzialità sono elementi fondanti delle sue opere e “ sollecitano l’osservatore a un gioco interpretativo che lo spinge a confrontarsi con ombre del sentire che fluttuano tra gli anfratti più reconditi dell’io”. (Mario Meo)

Rita Fasano vive ed opera  a Mesagne (Br) dove è nata nel 1965. Dopo la Maturità artistica conclude gli studi nel 1988  presso l’Accademia di Belle Arti di Lecce, periodo in cui avvia la sua attività espositiva .  La sua pittura in quegli anni è ancora legata all’esperienza  figurativa,  ma in seguito l’ esasperazione anatomica del corpo umano sino alla sua dilatazione, la condurrà verso una espressione sempre più informale e sintetica, disciplinata soprattutto dalla tecnica dell’incisione con la quale tuttora si esprime. La sua attività artistica è pubblicata su varie riviste, cataloghi e annuari d’arte moderna contemporanea.  

Le opere di Rita Fasano che, con la loro evidente presenza di una materia che, nel trovare forma, scava, solca e graffia con il risultato visivo di “pareti a fresco”, testimoniano momenti di grande riflessione e meditazione e denotano, proprio in quello spazio spogliato di qualunque elemento grafico, il “suggestivo simbolo di intimità con il silenzio della materia”. E tutto ciò non può che sollecitare, promuovere, far emergere, come occasione stimolante, finalmente ritrovata, la validità e la presenza attiva di un pensiero esistenziale che in un  momento o in un altro ci prende tutti. E ben venga ! (Mario Meo)

La mostra ha il Patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Brindisi e la collaborazione dell’Agenzia Generale di Brindisi della Compagnia di Assicurazioni Generali-Ina Assitalia; potrà essere visitata dal 26 Luglio al 24 Agosto 2014 con ingresso gratuito con i seguenti orari di apertura: tutti i giorni  dalle ore 9.00 alle ore 20.30 escluso il lunedì.

Per informazioni  3470080778 -3381404479- lealidimirna@libero.it –www.lealidimirna.it

Post popolari in questo blog

L’Accademia Teatro alla Scala e PINKSIE THE WHALE presentano un balletto ispirato a Pinksie, la balena rosa.

Nasce a Brescia un nuovo grande Festival di Fotografia.

Visita alla casa-studio di Sauro Cavallini