Halt (Babylon Federation) - Performance live di Xena Zupanic

Sarà una performance live di Xena Zupanic a chiudere, venerdì 28 novembre alle ore 20.30, l'esposizione fotografica di Marco Bolognesi, che in questi mesi ha portato negli spazi di agenzia NFC, le immagini delle avvenenti donne-guerriere, le soldatesse della Babylon Federation, corpo d'armata del suo fantascientifico universo cyberpunk.

"Halt (Babylon Federation)" è appunto il nome della performance che Xena Zupanic, con la sua inimitabile presenza poetica rivolta all'oscuro e all'ignoto tra misticismo e alchimia, presenterà al pubblico traghettandolo nelle viscere dell'universo di Bolognesi.
Una dimensione multiprospettica, dove la scena visuale delle fotografie di Babylon Federation e quella musicale creata ad hoc da Andy dei Bluvertigo, accompagneranno l'attrice nell'immedesimazione e interpretazione di 8 pies, scritte e studiate partendo dalle altrettante fotografie in mostra.

Cinquanta minuti di spettacolo tra futurismo e cyberpunk, multilinguismo e provocatoria glossolalia, in puro stile Zupanic, che restituiranno la realtà invisibile della fantascienza di Bolegnesi rendendola densa attraverso una libera interpretazione delle sue donne guerriere.

Ecco come la Zupanic si presenta al suo pubblico  «Ammetto: io Xena, il soggetto cosciente, con l'indirizzo e il numero civico in regola, con la misura delle scarpe immutabile, con il colore variabile, con il preciso dolore sul costato sinistro individuabile ma invisibile, sono un aborto non trascurabile, un'annichilita, avvilita, disprezzata, derelitta e abbandonata, un'annientata nel centro del niente, spogliata di me stessa e  da tutto, sprofondata nell'abisso del mio niente, staccata dal creato e da me stessa, voglio negazione della volontà, la volontà risoluta di non voler sapere più di volontà propria. Sono un aborto folle, una jurodivyja  non molle, una che non molla la matrice maestosa in un punto fisso mostrata».
  
Xena Zupanic, nota al grande pubblico per la partecipazione a MarKette con Piero Chiambretti, ha un curriculum incredibile, performance teatrali e videoartistiche, scrittrice, modella di successo, conduttrice  in molte rubriche radiofoniche e televisive, attrice per diversi registi cinematografici. Tra tutte ricordiamo l'incontro e il lavoro con Carmelo Bene, la sua più grande fonte di ispirazione, la collaborazione con il curatore e storico dell'arte Harald Szeemann, è stata modella per Franco Scheichenbauer e Helmut Newton, ha avuto una parte nel film Nirvana di Salvatores e collaborato con il regista Marco Ferreri. (in allegato trovate il CV completo).

Marco Bolognesi è un artista e filmmaker, nasce a Bologna nel 1974 dove si laurea al DAMS nel 2001; oggi vive e lavora tra Roma e Londra. Del 1994 e 1996 sono le sue prime opere video, realizzate per la RAI e presentate al Giffoni Film Festival e alla Biennale di Venezia. Nel 2002 si trasferisce a Londra, dove vince The Artist in Residence Award all'Istituto Culturale Italiano (2003) e realizza la mostra Woodland, da cui due anni dopo nasce l'omonimo libro fotografico e con il quale inaugura la sua prima personale alla Cyntia Corbett Gallery di Londra. Nel 2008 realizza il cortometraggio Black Hole, che vince il premio miglior film fantascientifico all'Indie Short Film Competition in Florida ed esce il libro monografico Dark Star. Nel 2009 viene pubblicato per Einaudi "Protocollo" il primo volume di una graphic novel nata dalla collaborazione con Carlo Lucarelli e nello stesso anno presenta nella londinese Olyvia Fine Art Z Generation: Realm of Ambiguity e alla Fondazione Solares delle arti di Parma il progetto Genesis. Nel 2011 realizza l'installazione Mock-up esposta allo IED di Milano all'interno del festival Invideo e partecipa alla collettiva londinese What made us famous a fianco di artisti quali Damien Hirst, Helmut Newton, Sarah Lucas. Nel maggio 2012 il Festival di Fotografia Europea di Reggio Emilia presenta il suo ultimo lavoro Humanescape, a ottobre partecipa alla Biennale d'Arte Contemporanea Italia-Cina, inaugura la personale B.O.M.A.R.Universe alla Galleria La Giarina (Verona) ed in novembre partecipa al festival Eyes On - Monat der Fotographie di Vienna.

Finissage: venerdì 28 novembre, ore 20.30. Performance di Xena Zupanic, con la collaborazione di Andrea Fumagalli (in arte Andy dei Bluvertigo), special guest Persefone Zubcic. Ingresso gratuito. Si consiglia la prenotazione (tel. 0541 673550). Catalogo NFC edizioni. Info: amedeo.b@agenzianfc.com.

Agenzia NFC
Via XX Settembre, 32
Rimini


Post popolari in questo blog

L’Accademia Teatro alla Scala e PINKSIE THE WHALE presentano un balletto ispirato a Pinksie, la balena rosa.

Nasce a Brescia un nuovo grande Festival di Fotografia.

Visita alla casa-studio di Sauro Cavallini