Mettici la firma a casa Bagatti Valsecchi

Mercoledì 14 novembre apre al pubblico Mettici la firma: un’installazione digitale interattiva che prende spunto dalle firme lasciate sui libri degli ospiti di casa Bagatti Valsecchi

Sarà l’occasione per far incontrare al pubblico di oggi alcuni dei personaggi che, a partire dal 1886, visitarono la dimora di via Gesù, e contestualizzare la vicenda Bagatti Valsecchi ricostruendone la fitta trama di relazioni. Se dietro ogni firma c’è un personaggio, dietro ogni personaggio ci sono delle storie: a raccontarle attraverso suoni ed immagini, articolandole sulle pareti della sala mostre allestita da Lissoni Associati, è l’installazione realizzata da Muse Factory of Projects: sarà il visitatore a decidere chi “incontrare”, scegliendo tra una selezione di personaggi eterogenei, che si animeranno tra foto e video sulle pareti della sala.

Mettici la firma è un’occasione per rivivere l’atmosfera di accoglienza e socialité che ancora oggi anima le stanze del museo: i fratelli Bagatti Valsecchi erano felici di dare il benvenuto a chi volesse ammirare la loro dimora, attratto dalla sua fama crescente. Un luogo che divenne tappa irrinunciabile del soggiorno milanese per tanti intellettuali ed esponenti dell’alta società internazionale; una dimora frequentata dall’aristocrazia cittadina e italiana, visitata da personaggi emblematici degli anni a cavallo tra Otto e Novecento scelti per dare vita a una poliedrico carosello di personaggi: dalla regina Margherita, alla maestra dell’adiacente scuola elementare in vista con le allieve, dalle Crocerossine volontarie della Prima Guerra mondiale alla bellissima Annina Morosini, irresistibile protagonista dei salotti veneziani, dal pioniere del ciclismo Federico Johnson all’eccentrico collezionista Frederick Stibbert. Queste alcune delle figure “materializzate” nella narrazione per suoni e immagini che trasforma la casa museo milanese in una scatola magica, dove affiorano storie e presenze trascorse, che evocano un’epoca e una città. Ma non è solo il passato fin de siècle a dare vita a questa installazione: con Elton John e Orhan Pamuk, in visita rispettivamente nel 1994 e nel 2007, la dimora dei fratelli è ormai divenuta un Museo: e allora anche ogni singolo visitatore, non a caso invitato a lasciare la propria firma, aggiunge la sua storia alle tante già custodite tra le pagine dei libri degli ospiti di casa Bagatti Valsecchi, grazie alle penne donate da Aurora.

Ai visitatori più curiosi la sfida a tornare in Museo con periodicità: ogni 15 giorni saranno seminati tra le sale della Casa oggetti-indizio di visitatori famosi, il pubblico dovrà indovinare di chi si tratta compilando una cartolina con la soluzione e i propri dati. I vincitori saranno ricontattati e omaggiati con premi e biglietti omaggio.

A gennaio un weekend sarà dedicato alle foto-ricordo: grazie al supporto di Leica Camera Italia, i visitatori potranno fotografarsi nei panni di un gentiluomo o di una signora di fine Ottocento, e portarsi a casa il cadeau.

L’installazione è il primo passo di un processo più ampio che vede l’indicizzazione e la digitalizzazione dei tre Libri degli ospiti. Al termine del lavoro, dal sito del Museo, sarà possibile per chiunque scoprire per nome o data chi ha visitato la Casa Artistica Bagatti Valsecchi.

L’installazione, al Museo fino al 10 marzo, è realizzata con il sostegno di Regione Lombardia e Fondazione Cariplo e di Lissoni Associati per l’allestimento. Altemasi, firma prestigiosa del Trentodoc, che ha inaugurato quest’anno la partnership con il Museo, supporta l’iniziativa insieme con Banca Generali. 

Sono sponsor tecnici: Alpi, Aurora, Glas Italia, Leica Camera Italia, Living Divani e Max&Kitchen Catering.




Mettici la firma. Storie e personaggi dal libro degli ospiti di casa Bagatti Valsecchi Museo Bagatti Valsecchi, Via Gesù 5 – Milano 14 Novembre 2018 – 10 Marzo 2019

Un progetto a cura di Lucia Pini, Museo Bagatti Valsecchi

Regia di Francesca Molteni con Claudia Adragna, Muse Factory of Projects
Prodotto da Museo Bagatti Valsecchi
Progetto espositivo Piero Lissoni con Gianni Fiore, Lissoni Associati

Da martedì a domenica, 13 – 17.45 (chiuso tutti i lunedì)
museobagattivalsecchi.org

Commenti

Post popolari in questo blog

Le Restituzioni di Salvatore Vitagliano esposte allo Spazio NEA

ARS in GRATIA – La GRAZIA nell’ARTE

TARAB, quando le anime si toccano