La Nature di Nadia Fantini a Palazzo Casotti di Reggio Emilia

La storica sede di Palazzo Casotti a Reggio Emilia ospita, dal 7 al 29 settembre 2013, la personale della fotografa Nadia Fantini, realizzata in collaborazione con il Comune di Reggio Emilia.
 
Accompagnata da un testo critico di Sandro Parmiggiani, l'esposizione è inserita nel programma delle "Giornate Europee del Patrimonio", promosse dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
La mostra s'intitola "Nature" in riferimento alla traduzione del termine "natura" in lingua inglese, ma anche alla versione plurale dello stesso, che abbraccia diversi aspetti e significati.
 
In esposizione, una trentina di fotografie, scattate negli ultimi quindici anni a partire da un'attenta osservazione della natura, che ha trovato terreno favorevole nel corso di numerosi viaggi. Visioni ravvicinate (fori, foglie, frammenti di tronchi), a volte paesaggi, diario di un personale viaggio alla scoperta del bello e del «perenne mistero delle cose».
 
Come scrive l'autore del testo di presentazione, «Le fotografie di Nadia Fantini ci fanno in apparenza vedere cose a noi note, ma in realtà s'avventurano nell'esplorazione, e arrivano a svelarci qualcosa che spesso ci è ignoto, giacché troppo spesso passiamo vicino alle forme della natura, e compiamo il nostro tragitto esistenziale, senza davvero averne introiettato la bellezza, il fulgore, l'incanto e la perfezione delle forme».
 
La personale, che sarà inaugurata sabato 7 settembre alle ore 17.30, sarà visitabile fino al 29 settembre 2013, da venerdì a domenica con orario 16.00-19.00. Ingresso gratuito. Set con riproduzioni a colori e testo di Sandro Parmiggiani nella sede della mostra.
Per informazioni: tel. 320 9776157, www.nadiafantini.com, info@nadiafantini.com.

Commenti

Post popolari in questo blog

L’Accademia Teatro alla Scala e PINKSIE THE WHALE presentano un balletto ispirato a Pinksie, la balena rosa.

Nasce a Brescia un nuovo grande Festival di Fotografia.

Visita alla casa-studio di Sauro Cavallini