Le Fil Rouge di Viviana Cazzato al Convento dei Francescani Neri a Specchia (LE)

"Le Fil Rouge", mostra d’arte contemporanea a cura di Viviana Cazzatodal 1 al 22 agosto 2015 presso il Convento dei Francescani Neri a Specchia (LE), con il patrocinio della Regione Puglia, della Provincia di Lecce e del Comune di Specchia. 

“Le Fil Rouge” è una mostra che crea un legame, che esprime in una tonalità di colore, un pensiero, uno stato d’animo, un filo conduttore per ogni artista - con un particolare o su un’intera tela ogni artista interpreterà il suo Fil Rouge - un percorso che il visitatore vivrà con l'autore, tingendo di rosso le emozioni che lo accompagneranno. 

L’evento vede coinvolti 60 artisti : Ajnos, Carmìne Antonucci, Artmerlino, Erika Azzarello, Angelo Barile, Sandy Bellantoni, Alessio Bolognesi, Mary Bordin, Valeria Bovo, Brizzo, Haider Bucar, Maurizio Caiazzo, Alessandra Carloni, Cosimo Carola, Antonella Casazza, Viviana Cazzato, Elena Cermaria, Federica Cirillo, Katia Colonna, Cristiano De Matteis, Luciano Del Castillo, Antonio Delluzio, Monica Dessì, Maria Di Cosmo, Gerlanda Di Francia, Tonia Erbino, Rita Esposito, Paolo Facchinetti, Nicla Ferrari, Titti Gaeta, Daniele Galdiero, Gian Piero Gasparini, Giovanna Lacedra, Adele Lo Feudo, Marina Mancuso, Maria Rosaria Marchi, Marinaia, Jara Marzulli, Viviana Mauriello, Antonio Menichella, Francesco Mestria, Darinka Mignatta, Mariangela Neve, Daria Palotti, Valeria Perversi, Luca Piccini, Oscar Piovosi, Sam Punzina, Shanti Ranchetti, Elisa Rescaldani, Dorian Rex, Silvano Santi, Sarhtori (Sartori Gianluigi), Giuditta Solito, Antonella Soria, Francesca Testa, Nina Todorovic, Marcello Toma, Claudia Venuto, Willow 

Scrive Michele Emiliano, Presidente della Regione Puglia: "La realizzazione di un sogno che dà ancora più lustro culturale a una bellissima terra come quella del Salento. Le fil rouge è un evento che coinvolge moltissimi artisti di fama e Viviana Cazzato ha fatto sì che si svolgesse proprio nel posto in cui è sempre vissuta e cresciuta: nel basso Salento, a Specchia, nel Convento dei Frati Neri. Non potevo esimermi dallo spendere alcune parole, per chi, come lei, ha faticato per realizzare un progetto, materializzandolo in questa regione piena di barocco e di cultura. Il filo rosso che unisce questi artisti è un’occasione per dimostrare che qui, nella nostra terra, si può fare e si può realizzare qualsiasi sogno, con fatica e determinazione; si possono unire artisti settentrionali e meridionali, italiani e stranieri, senza frontiere, come solo l’arte è in grado di fare". 

Inaugurazione: sabato 1 agosto, ore 20.00-23.00. 
Ingresso libero. 

Per informazioni: Viviana Cazzato (tel. 347 8243866, lefilrouge.art@gmail.com).

Post popolari in questo blog

L’Accademia Teatro alla Scala e PINKSIE THE WHALE presentano un balletto ispirato a Pinksie, la balena rosa.

Nasce a Brescia un nuovo grande Festival di Fotografia.

Visita alla casa-studio di Sauro Cavallini