Lo Sguardo Di… UniCredit Art Collection


Da venerdì 31 luglio a domenica 30 agosto la mostra “Lo Sguardo Di…” presenta, per la prima volta a Milano, 73 opere della UniCredit Art Collection, una delle principali raccolte d’arte in Europa a livello corporate. “Lo Sguardo Di…” conduce i visitatori in un viaggio ideale attraverso i secoli e le diverse forme d’arte: dalla pittura dei maestri antichi come Tintoretto (attr.), Giovanni Baglione e Giuseppe Ruoppolo, agli scatti di Luigi Ghirri, Franco Fontana, Mimmo Jodice e Candida Höfer; dai grandi del ‘900 tra cui Giorgio de Chirico, Carlo Carrà, Renato Guttuso, Felice Casorati, Antonio Donghi, Emil Nolde e Andy Warhol, alle nuove generazioni come Sissi, Claudia Losi e Nico Vascellari.

La particolarità del percorso espositivo proposto sta nel processo di scelta delle opere che ha coinvolto per la prima volta in maniera diretta un centinaio di dipendenti della Banca appassionati d’arte, inclusi alcuni Top Manager, insieme alla Commissione Artistica di UniCredit (Walter Guadagnini, Luca Massimo Barbero e Angelika Nollert). “Lo Sguardo Di…” racconta infatti le loro scelte e il loro gusto in materia d’arte: su una selezione di 300 opere della collezione, dal ‘500 all’arte contemporanea, ogni “art lover” ha indicato l’opera preferita ed espresso le motivazioni della sua scelta con un testo legato alla sua esperienza personale. 

L’esposizione rappresenta quindi un momento unico per vedere lavori dell’UniCredit Art Collection con lo sguardo di chi vive l’esperienza dell’arte anche all’interno della propria azienda. Le opere saranno allestite all’interno dall’Auditorium del piano terra e sulla “Passerella dell’Arte” che dal primo piano si affaccia sull’Auditorium con un gioco di rimandi.

Aperto tutti i giorni da martedì a domenica dalle 10.00 alle 19.00 per tutto il mese di agosto. Aperto a Ferragosto

(da http://www.unicreditpavilion.it/)

Post popolari in questo blog

L’Accademia Teatro alla Scala e PINKSIE THE WHALE presentano un balletto ispirato a Pinksie, la balena rosa.

Nasce a Brescia un nuovo grande Festival di Fotografia.

Visita alla casa-studio di Sauro Cavallini