Luce dipinta. Una storia di pittura a Nova Milanese.


Sabato 5 marzo alle ore 17 presso Villa Vertua a Nova Milanese, sarà presentata la mostra di Raffaele Cioffi che ripercorre ventisei anni di ricerca artistica compiuta a Nova Milanese.


Per tappe, le opere selezionate illustrano molto bene le stagioni del suo lavoro e i modi in cui il suo discorso all’interno della pittura astratta si è sviluppata. È una ricerca, la sua, intenta a raffigurare la luce attraverso il colore. Una luce compatta, che non è più solo uno spazio spirituale ma ha alle spalle l’esperienza moderna della luce artificiale dei monitor e dei neon, a cui conferisce una piena dignità estetica. Allo stesso tempo, però, la ricerca di Raffaele Cioffi si è interrogata sul modo in cui era possibile fare pittura attraverso l’utilizzo di strutture primarie del linguaggio artistico e dando ampio spazio al colore come impasto cromatico denso e smaltato. Allo stesso tempo, però, il suo lavoro raggiunge una dimensione di forte interazione con l’ambiente: diventa uno schermo che si dischiude su una dimensione ulteriore, e irreale. Per questo, come scrisse il pittore Claudio Olivieri, i quadri di Raffaele Cioffi diventano come dei “sipari” su una dimensione profonda fatta di improvvisi fasci di energia.

Post popolari in questo blog

Le Restituzioni di Salvatore Vitagliano esposte allo Spazio NEA

ARS in GRATIA – La GRAZIA nell’ARTE

Un taglio contemporaneo. Capolavori dalla Collezione permanente del Castello di Rivoli