La memoria attraverso la luce.

Progetto artistico diffuso in occasione di Humus Art – Biennale di Arte Pubblica e Relazionale di Carugate in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Brera La collaborazione tra Humus Art – Biennale di Arte Pubblica e Relazionale di Carugate e l’Accademia di Belle Arti di Brera viene riconfermata, con alcune significative novità, anche in questa quarta edizione avente come tema “Carugate nel presente e nel futuro”. 

Il progetto di workshop di stampa d’arte, ideato e condotto dalla Prof.ssa Alessandra Angelini, artista e docente della prestigiosa istituzione, che si inserisce all’interno della programmazione della biennale carugatese curata da Arianna Galli, vede coinvolti studenti della Scuola di Grafica dell’Accademia e appassionati locali. La novità introdotta quest’anno, riguarda la struttura del workshop, in quanto i partecipanti non realizzano solo il prodotto finale, ma si occupano di tutte le fasi di lavoro. 

Eseguiranno le fotografie dei luoghi del territorio che diventeranno i soggetti dell’opera, assisteranno alle tecniche di elaborazione delle immagini specifiche per la stampa con matrici fotopolimeriche, impressioneranno le lastre, le inchiostreranno e le stamperanno con il torchio calcografico; in tutto 24 ore di workshop suddivise in 4 momenti distinti. Un’occasione unica per conoscere e praticare da vicino una tecnica di stampa d’arte sperimentale, ancora poco praticata in Italia che ha, tra i vari pregi, quello di essere ecologica, in quanto non prevede l’utilizzo di acidi, ma di sole e acqua. 

I lavori prodotti diventeranno parte di un’opera collettiva che diverrà patrimonio comunale dividendosi nei vari spazi destinati alle associazioni locali. L’idea è infatti di produrre un’opera diffusa, i cui singoli pezzi saranno custoditi dalle realtà del territorio, enti rappresentativi della città.

Grazie a questa collaborazione duratura nel tempo, Carugate ha già acquisito 2 opere d’arte esposte negli spazi comunali “Stampare con la natura – Legno, colore, luce” del 2010 e “Mappe della Memoria” del 2014 conservate rispettivamente nell’atrio del comune e nell’emeroteca della Biblioteca Civica, con questo nuovo progetto la città acquisirà un nuovo elaborato. 

Le fasi finali del workshop, ovvero l’impressione delle matrici e la stampa, verranno effettuate in Villa Besozzi, piazza Manzoni, sabato 11 e domenica 12 giugno.

Post popolari in questo blog

L’Accademia Teatro alla Scala e PINKSIE THE WHALE presentano un balletto ispirato a Pinksie, la balena rosa.

Nasce a Brescia un nuovo grande Festival di Fotografia.

Visita alla casa-studio di Sauro Cavallini