Fifty/Fifty

Dal 19 al 29 novembre 2017 l’Atrio d’onore della Provincia di Arezzo, con entrata da via Ricasoli 44/46, ospita “Fifty/Fifty”, concorso e mostra collettiva di pittura promossa dal Cenacolo degli Artisti Aretini.

L’esposizione, sponsorizzata da Mastro Artista e patrocinata dalla Provincia di Arezzo, sarà visitabile – a ingresso libero e gratuito – tutti i giorni dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 15 alle 18,30.

Domenica 19 novembre, alle ore 16, l’inaugurazione della mostra e la proclamazione dei vincitori.

LA MOSTRA/CONCORSO
La collettiva “Fifty/Fifty” è il risultato dalla prima edizione dell’omonimo concorso a tema libero. Finalità dell’iniziativa sono la valorizzazione e la promozione dell'arte contemporanea del territorio. Al premio possono infatti partecipare tutti gli artisti iscritti all'associazione culturale “Il Cenacolo degli Artisti Aretini”, nati o residenti ad Arezzo e provincia, senza limiti di età.    

Gli autori possono presentare entro il 15 novembre opere di qualunque tecnica, supporto e orientamento artistico, con il solo vincolo di rispettare il formato 50x50 centimetri. Tutti loro hanno poi diritto a esporre nella collettiva nel palazzo provinciale.

Durante il pomeriggio inaugurale di domenica 19 novembre saranno svelati i primi tre classificati del concorso, selezionati  da un'apposita giuria esterna i cui membri saranno resi noti il giorno stesso.

Il primo in graduatoria avrà diritto a una mostra personale di una settimana nelle sale del prestigioso Palazzo Guazzesi di Corso Italia 108, sede del Circolo Artistico di Arezzo. Secondo e terzo potranno esporre con una doppia personale della stessa durata, sempre nelle sale del Circolo Artistico. Entrambe le mostre si svolgeranno nella prossima primavera.



www.cenacoloartistiaretini.it

Commenti

Post popolari in questo blog

L’Accademia Teatro alla Scala e PINKSIE THE WHALE presentano un balletto ispirato a Pinksie, la balena rosa.

Le Restituzioni di Salvatore Vitagliano esposte allo Spazio NEA

ARS in GRATIA – La GRAZIA nell’ARTE