Quadri Plastici. Retrospettiva 1997 - 2013

Quadri Plastici. Retrospettiva 1997 - 2013 è una mostra fotografica che raccoglie gli scatti più significativi ed inediti dei Quadri plastici di Avigliano, dal 1997 ad oggi, ritraendo le immagini ufficiali dell’evento e le curiosità del back stage e delle fasi preparatorie.
 
La rassegna nata dall’ iniziativa dello Studio d’arte Il Santo Graal e del suo Direttore artistico Grazia Pastore, si svolge in collaborazione con la Proloco di Avigliano. E’ visitabile nello Spazio espositivo “Il Santo Graal” in via Pretoria a Potenza, fino al 30 novembre prossimo (lunedì-sabato 18,30-20,30 ingresso libero).
 
Le prime notizie certe sulla rappresentazione dei quadri plastici si hanno ad Avigliano a partire dagli anni ‘20. I “Quadri plastici” sono rappresentazioni in cui una o più persone immobili riproducono con la posizione del corpo e l’espressione del volto una scena storica, sacra, mitologica, immaginaria o un capolavoro dell’arte figurativa. Ad Avigliano ogni anno, in estate, si ripete la Sacra Rappresentazione dei Quadri Plastici, un evento molto seguito, che si è arricchito e perfezionato nel tempo grazie alla professionalità dei direttori artistici dei vari gruppi e alla ormai elevata professionalità dei figuranti.
 
Nella rassegna si potranno ammirare le stampe fotografiche fornite dalla Proloco di Avigliano, raffiguranti le tappe più significative della manifestazione, dal 1997 al 2013, ma anche gli scatti degli aspetti più curiosi ed inediti delle fasi organizzative: il back stage, le fasi del trucco dei figuranti, le maestranze al lavoro, l’allestimento delle scene, i momenti di relax nelle pause dell’allestimento.
 
La proposta di realizzare una retrospettiva sui Quadri Plastici dal 1997 ad oggi da parte della Galleria Il Santo Graal nel suo spazio espositivo ha immediatamente trovato totale condivisione da parte del Consiglio Direttivo dell’Associazione aviglianese e del Comitato scientifico dei Quadri plastici, presieduto dal pittore Giovanni Cafarelli - spiega il Presidente della Proloco Luciano Sabia- I Quadri Plastici di Avigliano costituiscono un vero e proprio genere artistico che, a nostro avviso, merita di essere conosciuto da un pubblico sempre più ampio. Il sogno della Proloco è quello di “esportare” i Quadri Plastici e l’iniziativa della Galleria Santo Graal bene si inserisce in questa strategia di divulgazione”.
 
Il progetto di “esportare” la manifestazione è cominciato già lo scorso agosto, in occasione della XVII edizione dei Quadri Plastici, quest’anno dal tema “Il Martirio come testimonianza”. A Venosa, infatti, nel cortile del Castello aragonese Pirro del Balzo, per il quattrocentesimo anno dalla morte di Carlo Gesualdo principe di Venosa, è stata allestita in soli nove giorni la rappresentazione vivente della Pala “Il Perdono di Gesualdo”, fedele riproduzione del dipinto del 1609, (4, 81 metri di altezza per una base di 3,10 metri) opera del pittore fiorentino Giovanni Balducci detto il Cosci. Il quadro plastico ha richiesto l’impegno di numerosi figuranti, maestranze ed artigiani aviglianesi, oltre che la collaborazione del Maestro Giovanni Cafarelli, dell’Artista Luca Caricato, della lectio magistralis del prof. Antonio Vaccaro, del contributo tecnico-scientifico di Cristiana Elena Iannelli.
 
QUADRI PLASTICI di Avigliano
Retrospettiva. 1997 – 2013

In Mostra le immagini ufficiali e il back stage
Spazio espositivo Il Santo Graal - Via Pretoria n.249 Potenza
20 – 30 novembre 2013

Segnalato da Artèpress, agenzia lucana per la divulgazione dell'arte e della cultura
 

Commenti

Post popolari in questo blog

L’Accademia Teatro alla Scala e PINKSIE THE WHALE presentano un balletto ispirato a Pinksie, la balena rosa.

Nasce a Brescia un nuovo grande Festival di Fotografia.

Visita alla casa-studio di Sauro Cavallini