Rediscover. Documenti degli anni ’70 per la stagione in atto

Alviani ArtSpace, spazio di ricerca e sperimentazione dell’Aurum sul contemporaneo, diretto da Lucia Zappacosta, con il patrocinio del Comune di Pescara, Assessorato alla Cultura, presenterà questa sera alle ore 18,00 la settima mostra della stagione:“Rediscover. Documenti degli anni ’70 per la stagione in atto”.
Un evento imperdibile che, attraverso la riscoperta degli anni ’70 e degli eventi che in quegli anni si svolsero a Pescara, intende porre l’attenzione sulla realtà artistica contemporanea molto stimolata all’utilizzo degli strumenti adatti alla messa in atto delle trasformazioni che determineranno i nuovi percorsi dell’Arte.

 Si tratta per lo più di intuizioni che dovrebbero molto concretamente dar seguito al tanto sospirato superamento delle situazioni di stallo e al tempo stesso di confusione in atto. Si rintracciano per questo tempi, pensieri e gesti per lo più legati a vicende della storia, assolutamente da riconsiderare, per una migliore emancipazione socio-culturale delle nuovissime generazioni.

 Il progetto, per scelte legate agli aspetti delle rivalutazioni territoriali, rivolge la propria attenzione a un ristretto numero di talenti locali, appartenenti alle logiche dello scenario dell’arte visiva contemporanea. Sono ragazzi che vantano formazioni acquisite in ambiti nazionali e internazionali che si stanno avvicinando alle prime esperienze del sistema.

 Il nucleo di giovani autori, scelti per l’occasione, sarà invitato ad accostarsi, in modo completamente individuale, alle realtà e alle documentazioni di quegli eventi che hanno rappresentato quel fertilissimo periodo dell’arte nella nostra città: gli anni ‘70.

Sarà un’esposizione che vedrà selezionati e ordinati, dagli stessi 8 giovani artisti under 30, Iolanda Di Bonaventura, Antonio Di Biase, Simone Camerlengo, Caterina De Nicola, Lorenzo Kamerlengo, OLDRgR, Bruno Cerasi e Vice, documenti e reperti che appartengono all’Archivio Bianchini.

La mostra, allestita presso l’Aurum nell’Alviani ArtSpace, oltre che innovativa e sperimentale, offrirà varie sorprese tra cui una carrellata di immagini del costume degli anni ‘70, tutte tratte dai repertori dell’epoca, ricchissima di personaggi e avvenimenti, che farà da introduzione all’esposizione.

L’allestimento verterà soprattutto sulla rivisitazione documentaria di molti eventi che si svolsero a Pescara che in quel tempo godeva di una grande attenzione sia nel mondo dell’arte che in altri contesti. Non a caso noti artisti e operatori culturali di altissimo profilo a quel tempo erano assidui frequentatori della città.

 Il convegno sugli anni ’70 organizzato per il 7 Dicembre, sarà una valida occasione per rinverdire il passato rileggendo immagini e documenti di allora. Al tempo stesso, e in modo del tutto augurale, ammirare con interesse le opere dei giovanissimi autori create appositamente per l’occasione. Sicuramente saranno lavori prodotti attraverso un forte confronto con la storia nonché con strumenti e materiali diversi, di ultima generazione, coniugati con una libertà di linguaggi che per molti versi riportano a quelli degli anni 70, quando regnava un clima totalmente nebuloso contraddistinto dalla mancanza di uno stile riconoscibile ma, affollato più che mai, da una infinità di eventi che ne decretavano l’importanza e il valore del momento storico che si viveva.
Rediscover - EX AURUM
Viale D'Avalos 65126

Commenti

Post popolari in questo blog

L’Accademia Teatro alla Scala e PINKSIE THE WHALE presentano un balletto ispirato a Pinksie, la balena rosa.

Nasce a Brescia un nuovo grande Festival di Fotografia.

Visita alla casa-studio di Sauro Cavallini