Il Grande fuoco di Tothi Folisi

Si inaugura questo pomeriggio l’opera Grande fuoco di Tothi Folisi per la nuova edizione di Fuoco project, a cura di Marco Trulli, residenza di arte contemporanea che si tiene per il quarto anno consecutivo presso l’azienda Trulli Legna e Camini, ad Anzio (RM). Fuoco project è un tentativo di aprire processi di reimmaginazione degli spazi del lavoro attraverso la ricerca artistica. 

Nato da una comune appartenenza familiare dell'artista e del curatore al mondo dei carbonai e dei boscaioli, Grande fuoco è un percorso visivo che prende spunto dalle esperienze dei carbonai dei Nebrodi e che si snoda in più punti e con elementi diversi ponendosi come obiettivo la costruzione di uno spazio rituale all’interno di un deposito di legna da ardere. Uno spazio che diventa scena in cui si articolano elementi di carattere installativo, audiovisivo e pittorico che indagano sulla perdita, sulla frattura temporale che ci separa dall'esperienza del bosco e della natura. Grande fuoco è un'espressione idiomatica siciliana che è sinonimo di grande perdita, disgrazia assoluta. Il paesaggio di simboli costruiti e rappresentati dall'artista è un luogo in cui matura il senso dell'abbandono e dell'impossibilità del ricordo. I tre elementi costruiti dall’artista sono tracce della perdita di un’intensità di relazioni tra l’uomo e il paesaggio, di “una lingua misteriosa che era in noi è che si è perduta” (Zanzotto). Per questo, uno spazio dedicato al commercio e alla trasformazione del legno, diventa il luogo in cui Tothi Folisi formalizza una possibile reinterpretazione del rapporto simbiotico tra l’uomo e il bosco, analizzandone la dimensione estetica, le memorie antropologiche, alla ricerca di “ciò che resta del fuoco” (Derrida).


Tothi Folisi - Grande fuoco
TRULLI LEGNA E CAMINI
Anzio (RM) - dal 13 settembre al 31 dicembre 2014
Via Batteria Siacci 1 (00042)
+39 , +39 (fax), +39
fuocoproject@gmail.com

Post popolari in questo blog

L’Accademia Teatro alla Scala e PINKSIE THE WHALE presentano un balletto ispirato a Pinksie, la balena rosa.

Nasce a Brescia un nuovo grande Festival di Fotografia.

Visita alla casa-studio di Sauro Cavallini