A Capri la I edizione del Festival del paesaggio

Capri. Festival del paesaggio. I edizione, 2016

Luigi Ghirri.
Mostra a cura di Gianluca Riccio e Arianna Rosica
Museo della Casa Rossa, Anacapri
Periodo 31 luglio-30 settembre 2016
Inaugurazione Sabato 30 luglio 2016

La  mostra prende spunto dall‟estremo progetto di Ghirri, restato incompiuto in seguito alla prematura  scomparsa dell‟artista, di creare una “casa delle stagioni” nei pressi della sua abitazione di Roncocesi e allestirvi mostre legate ciascuna alla stagione corrente, in modo da creare una stretta relazione tra tempo naturale  e  tempo  dell‟arte.  All‟inizio degli anni ottanta alcuni viaggi a Napoli e a Capri portano Ghirri in contatto con un mondo naturale e storico diverso da quello a lui familiare.

La lettura più immediata che ne scaturisce,  a  partire  dalla storia  evocata  da  quei  luoghi  e  dal  sedimento  di  ricordi  pittorici  da  lui  accumulato  negli  anni,  è  quella  che  passa  attraverso  l‟immaginario  “mitologico”  di  cui  si  avvale  per liberarsi  dalle  scorie dell‟immaginario turistico e dai “luoghi comuni” depositati sulla superficie di Capri  nel corso del tempo da fotografi di mestiere attraverso un acritica ripetizione di stilemi copiati dalla pittura  e dalla letteratura di viaggio. S i afferma in questo modo un‟idea di fotografia concepita più che come viaggio dentro il paesaggio, come ricostruzione   di   uno   o   di   tanti   possibili   viaggi,   che   dalla   singola   immagine   possono   discendere direttamente all‟occhio e alla mente dell‟osservatore. I luoghi e i paesaggi più tipici di Capri –dai Faraglioni all‟Arco naturale, dal Monte Solaro alla Certosa di S. Giacomo, da Axel Munthe a Marina Piccola –„usurati‟ nel  tempo  da  un  immaginario  di  massa,  si  trasformano, sotto  lo  sguardo  del  fotografo,  nelle  tappe  di  un percorso distante dallo stereotipo dell‟illustrazione turistica e dell'immagine da cartolina, e più prossimo a un  viaggio  dentro  la  storia  del  paesaggio  caprese,  capace  di  ricondurre  l‟attualità  del  suo  presente  a  contatto con una storia antichissima, fatta di frammenti e di memorie individuali e collettive.

Il percorso espositivo ruota intorno al nucleo di fotografie scattate a Capri tra il 1980 e il 1981, provenienti dall‟Archivio  Ghirri,  cui  si  affiancauna  selezione  d‟immagini  aventi  come  tema  il  mare  mediterraneo estratte da diversi progetti: dagli scatti realizzati in Puglia tra il 1982 e il 1983 confluiti nel progetto “Tra albe e tramonti”, ad altre foto parte del progetto “Paesaggio italiano” portato avanti tra il 1980 e il 1992 con  immagini  di  Porto  Recanati,  Ponza,  Trieste  e  Venezia,  sino  ad  un  gruppo  di  foto  tratte  dai  cicli “Vedute” e “Italia Ailati” realizzate in gran parte sulla riviera romagnola e sulla costa marchigiana negli  anni settanta. La mostra, pensata come un progetto espositivo „diffuso‟ distribuito nei prestigiosi spazi di  Villa San Miche e del Museo Casa Rossa di Anacapri, s‟inserisce nell‟ambito delle attività del Festival del Paesaggio in programma sull‟isola di Capri dal mese di maggio al mese di ottobre 2016.

www.festivaldelpaesaggio.com

Commenti

Post popolari in questo blog

L’Accademia Teatro alla Scala e PINKSIE THE WHALE presentano un balletto ispirato a Pinksie, la balena rosa.

Nasce a Brescia un nuovo grande Festival di Fotografia.

Visita alla casa-studio di Sauro Cavallini