Al Complesso del Vittoriano di Roma inaugura la mostra 'Crush - Manifesto globale' di Fabio Ferrone Viola.

Martedì prossimo, 5 luglio, al Complesso del Vittoriano di Roma inaugura la mostra 'Crush - Manifesto globale' di Fabio Ferrone Viola. Le opere proposte dall'artista sono state realizzate assemblando lattine e materiali di scarto, e trasformando i rifiuti in risorsa. 

L’artista classe 1966, conosciuto e apprezzato nell’ambiente romano per il suo linguaggio Trash Art, invita con le sue creazioni a una conversione ecologica globale. In forte contrapposizione con la cultura 'usa e getta', il percorso espositivo si snoda attorno al concetto di recupero, che diventa denuncia contro il circolo vizioso del consumismo. Le lattine scartate e raccolte dall’artista agli angoli delle strade, manipolate e 'nobilitate' dall’interpretazione creativa, acquistano così nuovi sorprendenti significati e diventano portavoce di un contenuto sociale allargato.

Il crushismo nasce quindi con l’intento di sensibilizzare a una maggiore cura dell’ambiente attraverso un percorso nato nel 2000, quando l’artista comincia a usare le lattine di soft-drink dando una risposta personale al pensiero consumistico globale. Prendono così forma artistica svariati tipi di materiali: non solo lattine ma anche scatole e tappi di plastica, cassette di legno e pezzi di oggetti smontati, pc, residui di schede madri e i più disparati materiali di scarto, facendo di questa mission il fil rouge di tutta la sua ricerca. 

Il progetto è promosso dall’Associazione Michele Valori ed è curato da Paola Valori. Resterà visibile fino al 31 luglio.

Post popolari in questo blog

L’Accademia Teatro alla Scala e PINKSIE THE WHALE presentano un balletto ispirato a Pinksie, la balena rosa.

Nasce a Brescia un nuovo grande Festival di Fotografia.

Visita alla casa-studio di Sauro Cavallini