Il Tratto delle Emozioni di Basile, Cassone e Luceri al Museo "P.Cavoti" di Galatina

Locandina della mostra
"Il Tratto delle Emozioni" è il titolo della mostra collettiva degli artisti Leonardo Basile (Bari) , Cesare Cassone (Castellaneta) e Fabiana Luceri (Galatina), che verrà allestita presso il Museo Civico "Pietro Cavoti" della Città di Galatina (LE), dal 6 al 20 di aprile 2013
 
Ideata e curata da Fabiana Luceri, realizzata in collaborazione con il Comune di Galatina e con il patrocinio della Regione Puglia e del Museo P. Cavoti, l’ esposizione sarà inaugurata sabato 6 aprile alle ore 18.30
 
La mostra presenta una significativa produzione artistica dei tre autori, impegnati da tempo in una continua e coraggiosa ricerca sui poteri comunicativo ed evocativo del colore e della materia. Si dice che nella pittura astratta ed informale ogni colore corrisponda ad un sentimento, ad uno stato emozionale....nei dipinti di Basile, Cassone e della Luceri, tutto il "peso" dei sentimenti e delle emozioni, sono egregiamente sostenuti e dichiarati, senza alcun "freno" inibitore e con tutta la di loro naturale istintività.
 
Particolare della SGPM di Leonardo Basile
Leonardo Basile è nato a Palese (Bari) nel 1961 Pittore , ha frequentato il Liceo Artistico e l’Istituto d’ Arte ; opera nell’ambito dell’astratto e informale . Ha tenuto mostre personali e partecipato ad innumerevoli rassegne collettive nazionali ed internazionali. Ha ottenuto diversi premi e riconoscimenti . Vive ed opera in Bari Santo Spirito , dove fa dell' arte il suo gioco di vita .
"Artista dotato di vivace fantasia , Leonardo Basile traduce le vibrazioni della propria emozionalità in composizioni densamente ritmate nel variare dei segni grafici e dei colori , concepiti in un preciso impianto geometrico , dove il richiamo formale alla realtà , tuttavia , è quasi del tutto annullato , a favore di una libera espressività della percezione interiore . Una pittura , la sua , densa di motivazioni spirituali e di intuizioni , che si dispongono secondo una logica propria , originale , nel tessuto della rappresentazione ." (Vito Cracas)
 
"Piccolo paese", opera di Cesare Cassone
Pugliese, di Castellaneta, Cesare Cassone vive ed opera a Bari. Pittore autodidatta, come ama definirsi, dipinge fin dal 1966 ricercando, nelle prime prove pittoriche, l’ equilibro tra luci e colori della natura pugliese proseguendo dal 1973, anche da ufficiale dell’Arma dei Carabinieri, a coltivare la sua innata passione per la pittura. Al termine della sua carriera nell’Arma con il grado di Generale nell’agosto 2005 si è dedicato completamente alla pittura interpretando, sotto una nuova luce, le sue passate esperienze di osservazione della realtà esterna tendendo essenzialmente a mettere in evidenza la stupenda cromaticità. Ha tenuto numerose mostre personali partecipando anche a collettive e fiere internazionali d’arte moderna contemporanea sia in Italia che all’estero. Della sua attività si è ampiamente interessata la stampa quotidiana e specializzata. Ha ottenuto importanti premi e riconoscimenti tra i quali i premi internazionali “Van Dyck”, “San Valentino” e “Boe”, il premio “Inno alla natura” ed il premio speciale del “Corriere dell’arte”.
 
"Riflessione serale", un'opera di Fabiana Luceri
Fabiana Luceri (Galatina 1976) dopo la maturità classica si iscrive alla facoltà di Conservazione dei Beni Culturali dell’ Università del Salento. L’interesse per l’arte l’ ha sempre pervasa e, in particolare, la pittura occupa un posto importante nella sua vita. Ha sempre dipinto e negli ultimi anni ha partecipato ad innumerevoli rassegne in tutta Italia, ottenendo positivi riscontri di critica e di pubblico. Dalle parole dell' importante maestro dell' arte contemporanea italiana, Xante Battaglia, leggiamo: "Fabiana Luceri nei suoi dipinti, si pone come intellettuale "contro", nelle percezioni distorte e' antagonista alla storica "immacolata percezione" : minimale, oggettiva e razionale ottico-psicologica... I suoi dipinti negano la percezione, la reinventano per dare libertà informale alla materia ed a qualche accenno figurale. Nell' universo femminile la percezione e più propositiva con valori semantici. Nei Senza Titolo "si libera" come esplosione di colori e forme".
 

Commenti

Post popolari in questo blog

L’Accademia Teatro alla Scala e PINKSIE THE WHALE presentano un balletto ispirato a Pinksie, la balena rosa.

Nasce a Brescia un nuovo grande Festival di Fotografia.

Visita alla casa-studio di Sauro Cavallini