L’irresistibile desiderio di cadere al Centro Culturale Zerouno di Barletta

Ancora un'esposizione 'letteraria' al Centro Culturale Zerouno che, questa volta, si lascia guidare dalle parole di Milan Kundera estrapolate da ‘L’insostenibile leggerezza dell’essere’, un romanzo basato sull' unicità della vita. Cosa c’è di unico insieme alla vita? Unico ed irripetibile insieme: l’arte. 

L’arte da sempre detiene la leggerezza di poter essere semplice e complessa insieme tra grandezza e piccolezza. Un'esposizione dedicata alla leggerezza, al lasciarsi andare guidati ‘dalle vertigini’, abbandonarsi ai desideri attraverso i gesti e toni. Ubriachi della loro debolezza artistica i protagonisti di questo evento lasciano che gli osservatori si lascino andare con i loro tratti, segno di una grande passione che li rende forti e deboli insieme. Quattro artisti grandiosi si esprimono in forma alternativa con la stessa leggerezza con cui sono venuti al mondo: semplicemente, grandemente ed unicamente. Nicolò Baraggioli, Valerio Guacci, Saverio Feligini, Barbara Legnazzi sono i prescelti dell'inconsueto poichè con i gesti e con le cromie riescono a coinvolgere l'osservatore rendendolo come in una vertigine ed insieme lo introducono in una dimensione senza ritorno. 


L’irresistibile desiderio di cadere
CENTRO CULTURALE ZEROUNO
Barletta (BAT) - dal 27 maggio al 9 giugno 2015
Via Indipendenza 1 (76121)
+39 0883521891
arte@zero-uno.org
www.zero-uno.org

Post popolari in questo blog

L’Accademia Teatro alla Scala e PINKSIE THE WHALE presentano un balletto ispirato a Pinksie, la balena rosa.

Nasce a Brescia un nuovo grande Festival di Fotografia.

Visita alla casa-studio di Sauro Cavallini