Marco Formisano a INTERNO18 con Haptic glances

Marco Formisano - Haptic glancesDal 23 marzo al 2 maggio saranno esposte per la prima volta circa 20 opere fotografiche di medio e grande formato.
 
La produzione di Formisano è prevalentemente pittorica e grafica, legata alla gestualità e al segno, ma una forte attitudine sperimentale lo ha portato all’impiego alternativo di una tecnologia, nata con altre destinazioni d’uso, per creare questo ciclo inedito coerente con le implicazioni estetiche della sua ricerca.
 
Le immagini non sono “fotografate”, ma ottenute utilizzando uno scanner portatile, che premuto e trascinato sulle superfici lascia un segno di sé e del proprio passaggio annullando, di fatto, la distanza fra osservatore ed osservato. Nel contatto, quindi, traspare la forza di due elementi, non più separati, che diventano entrambi parte del medesimo esperimento – esperienza.
 
Volutamente non sono stati apportati ritocchi o interventi a posteriori. La macchina agisce come elemento autonomo nel processo creativo. La relazione fra soggetto – medium – oggetto è registrata in una visione unitaria, una visione aptica, dove non esiste distinzione tra il movimento della mano e quello visivo dell’occhio, ma la compresenza dei due sensi finalizzata a prendere, afferrare, e le immagini diventano corrispondenza di una memoria tattile.
 
Formisano è nato a Napoli nel 1983. Vive e lavora a Milano.
 
 
Cremona - dal al

Marco Formisano - Haptic glances

INTERNO18

via Beltrami 18 - 26100
+39 3355274325

Commenti

Post popolari in questo blog

L’Accademia Teatro alla Scala e PINKSIE THE WHALE presentano un balletto ispirato a Pinksie, la balena rosa.

Nasce a Brescia un nuovo grande Festival di Fotografia.

Visita alla casa-studio di Sauro Cavallini