Koinè 2015. Per un linguaggio comune dell'Arte Contemporanea.

Locandina di Koinè 2015
Tra Naviglio Grande e Naviglio Pavese si inaugura sabato 28 febbraio una mostra di una trentina di artisti selezionati e provenienti da tutta Italia, nell’intento di delineare le basi di un linguaggio comune dell’arte contemporanea.

Sono ben tre le  gallerie sui Navigli a Milano coinvolte in questo ambizioso progetto espositivo: lo Spazio E e lo Spazio E2 sul Naviglio Grande (Alzaia Naviglio Grande, 4) e lo Spazio Libero 8 sul Naviglio Pavese (Alzaia Naviglio Pavese, 8) a duecento metri di distanza l’uno dagli altri, in uno degli angoli più suggestivi della metropoli meneghina, tra la Darsena e l’imbocco dei due Navigli.

Questa mostra è un appuntamento fisso ormai da molti anni per l’organizzazione Zamenhof Art, appuntamento che ogni anno offre l’occasione di fare una sorta di punto sullo stato e sulle linee di tendenza dell’arte attuale in Italia. Dal 2009 ad oggi infatti ogni anno Valentina Carrera e Virgilio Patarini, che di Zamenhof Art sono i direttori artistici, hanno selezionato opere ed artisti ed allestito una mostra con questo titolo, allo scopo di definire, pazientemente, attraverso accostamenti e suggestioni visive le basi di un possibile linguaggio comune e condivisibile dell’arte contemporanea in Italia.

La mostra proseguirà fino al 12 marzo 2015. L’ingresso è libero.

E come accade già da qualche anno si tratterà di una mostra itinerante, che nelle prossime settimane e nei prossimi mesi sarà portata in altre città: a Piacenza, a Ferrara e a Roma.


Altri dettagli su http://www.zamenhofart.it/progetto-koin%C3%A8-2015/

Post popolari in questo blog

L’Accademia Teatro alla Scala e PINKSIE THE WHALE presentano un balletto ispirato a Pinksie, la balena rosa.

Nasce a Brescia un nuovo grande Festival di Fotografia.

Visita alla casa-studio di Sauro Cavallini