Climat état d'urgence nella sede della Fondatione Alliance Française a Bari.

La mostra "Climat, état d'urgence", nasce dal concorso internazionale indetto dalla Fondation Alliance Française di Parigi che invita le Alliance Française di tutto il mondo a organizzare localmente il concorso facendo partecipare i fotografi dell’area geografica di ogni Alliance. All’invito dell’Alliance Française di Bari hanno risposto 9 fotografi che si sono cimentati nell’interpretare Climat, état d'urgence: Addante Grazia Maria, Brambilla Mario, Cinelli Mariagrazia, De Santis Francesca, Fantetti Antonio Maria, Fornarelli Domenico, Fusco Alessandro, Spagone Giulio e Stufano Angela.

Le opere fotografiche in esposizione illustrano questioni e problemi relativi al clima e alle sue evoluzioni, reali o percepite, sui suoi effetti sulla vita della gente e sulle soluzioni pubbliche e private, che nel proprio paese, vengono intraprese o anche solo immaginate per contrastare gli effetti negativi di queste evoluzioni.

Una giuria, appositamente costituita, ha selezionato l'artista Francesca De Santis ammessa alla selezione finale che si svolgerà a Parigi e alla quale seguirà, come da regolamento del concorso, una mostra collettiva organizzata dalla Fondation Alliance Française di Parigi. Menzioni speciali ai fotografi Mariagrazia Cinelli e Antonio Maria Fantetti.


CLIMAT, ÉTAT D'URGENCE è una iniziativa realizzata nell'ambito del MUSEO FOTOFESTIVAL. Alla serata d'inaugurazione hanno partecipato Silvio Maselli assessore alle Politiche Culturali del Comune di Bari e Pio Meledandri Responsabile Artistico Museo della Fotografia Politecnico di Bari.    

Catalogo a cura di Marilena di Tursi
info: 080 5210017 afbari@afbari.191.it  www.alliancefrba.it

Fondatione Alliance Française
Via Marchese di Montrone 39  a Bari
orari mostra dal lunedì al venerdì 17:00-20:00

Post popolari in questo blog

L’Accademia Teatro alla Scala e PINKSIE THE WHALE presentano un balletto ispirato a Pinksie, la balena rosa.

Nasce a Brescia un nuovo grande Festival di Fotografia.

Visita alla casa-studio di Sauro Cavallini