Enkòmion...... è Francesco Silvestri

Francesco Silvestri è a "ENKOMION"

Di origini calabresi di Cortale classe 1962, sin dalla tenera età di quattro anni
si sviluppa e si avverte la sua propensione artistica quando lo zio Andrea Cefaly
Junior, uomo facoltoso e pittore cortalese, gli consente di dipingere per la prima
volta. Ha svolto assieme al pittore - scenografo Massimo Nardi dei progetti e
performance - Festival Jazz, il riciclo con Mutamenti.
Dall’età di sette anni vive ed opera a Modugno, ad un tiro di fucile da Bari.
Partecipa attivamente alla vita artistica nazionale partecipando a numerose ed
importanti mostre. Dal 30 novembre all’otto dicembre u.s. ha tenuto, dopo la
mostra alla Galleria “Il Bracolo” di Roma, una personale dal titolo “Figuratività”
alla Galleria d’arte Antonio Longo di Modugno , mai graduale di precise e meticolose indaginipsicologiche il cui tracciato, in termini analitici e visivi, è sempre immune da qualsiasi superficialità ed approssimazioni.
Una nuova “figuratività”, la sua, o meglio una proposta plurifigurale che vuol essere e rappresenta uno scandagliare lento, meticoloso, introspettivo e addirittura caparbio nell’uomo e sull’uomo. Un caparbio indagare in un certo qual modo liberato da quella veste storica dell’espressionismo, sui molteplici e assai spesso dicotomici aspetti della realtà umana depauperati da tutto ciò che non serve a dire quanto l’artista uomo vuole dire.

Fortino Sant'Antonio Abate - Bari , 21 febbraio/1 marzo 2009

(dal catalogo della mostra , curato da Lello Spinelli , critico e storico d'arte in Bari)

Commenti

Post popolari in questo blog

La Forma dell’Ideologia. Praga: 1948-1989

L'età dell'innocenza nei dipinti di Claudia Giraudo alla galleria PUNTO SULL'ARTE a Varese

MIART 2019, fiera internazionale d'arte moderna e contemporanea