Le Sinergie espressive di Bruno Polver, Lucilla Restelli e Lionella Volontè in mostra alla Galleria Arianna Sartori

La Galleria Arianna Sartori nella Sala di Via Cappello 17 a Mantova, inaugura (questa sera di Venerdì 9 gennaio alle ore 17.00) la mostra “Sinergie espressive”, opere di Bruno Polver, Lucilla Restelli e Lionella Volontè. La mostra resterà aperta al pubblico fino al prossimo 29 gennaio 2015.

Bruno Polver vive e lavora a Fara Novarese (No).Intensa è stata da subito la sua attività artistica che lo ha visto protagonista in molte città italiane ed estere, approfondendo sempre di più un proprio linguaggio espressivo ricco di pathos e caratterizzato da una prevalenza segnica e grafica; spesso si è dedicato alla pittura utilizzando molteplici tecniche; tempera, olio oli, smalto, collages. Svolge per lunghi anni l’attività di insegnante di materie artistiche in licei ed accademie lombarde e piemontesi; ha svolto l’incarico per molti anni l’incarico di preside. Ampia e diffusa la sua attività progettuale per realizzazioni sul territorio, quali mosaici polimaterici e forme per l’arredo urbano.
Sue opere si trovano in molte importanti città italiane e estere: quali Roma, Torino, Venezia, Paarigi, New York, Tokio, Los Angeles, ecc.

Lucilla Restelli nasce nel 1955 a Rho (Mi), dove risiede e lavora. Ha frequentato corsi di disegno e pittura con qualificati Maestri di rilevanza nazionale. Ha partecipato al corso per artefici all’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano. Inizia l’attività espositiva nel 1989. Dal 2002 partecipa al laboratorio di ceramica Raku gestito dalla Pro loco di Cornaredo. Ha frequentato corsi di ceramica gestita dal Comune di Vittuone con l’insegnante Maria Josè Valles. Dall’inizio del 2004 è iscritta ad un corso di incisione e scultura organizzato dall’Associazione Culturale “Artelainate” e gestito dal Comune di Lainate con il Prof. Paolo Ciaccheri. Dal 2003 è titolare della Galleria d’Arte “Officina dell’arte” a Rho. È socio ordinario dal 2010 dell’Ente morale “Società per le Belle Arti ed esposizione della Permanente” di Milano.
Sue opere sono conservate presso: Museo “Vito Mele” di Santa Maria di Leuca (dipinto); Museo “Swatch” di Cesano Maderno (formella in ceramica Raku); Museo Internacional de ceramica contemporanea in Argentina (due formelle in ceramica Raku).

Lionella Volontè è nata a Milano, dove vive e lavora. La sua formazione artistica è avvenuta nell’ambiente di Brera sotto la guida di importanti maestri (Bartolini, Usellini, Cantatore e Marchini). Al termine degli studi accademici, si è orientata prevalentemente ad attività di progettazione estetico-decorative per l’ambiente, con esperienze di pittura modellazione plastica, ceramica. Entra in contatto con la Fam. Artistica Milanese dove, nell’atelier di scultura dal 1965 al 2006 si dedica esclusivamente alla modellazione. Nel 2004 riceve su invito la proposta di un progetto per la realizzazione di un arredo urbano in piazza Perugia a Novara. Partecipa a numerose manifestazioni artistiche del territorio e in campo nazionale frequentando molti artisti fra i quali (Ghinzani, Mazzetta, Kodra, Tavernari, Conservo, Polver). Allestisce mostre personali dove ottiene significativi riconoscimenti da critici e operatori artistici (Moroni, Raul Capra, Eugenio Tacchini, A. Dragone). Nel 2010 partecipa alla rassegna “Il Volto di Cristo” organizzata dalla Galleria Canonica di Novara. L’anno seguente detta manifestazione giunge in Lombardia con la denominazione “JESUS” itinerante per varie località della provincia di Milano e Varese. Da dieci anni collabora all’organizzazione di “Artestate” a Stresa, che vede ogni anno alternarsi mostre di artisti di chiara fama. Sue opere, oltre che in numerose collezioni private sono presenti in collezioni pubbliche quali: Museo di Arte Sacra-Romagnano Sesia, Comune di Sizzano, Biblioteca dell’Università delle Hawai e Museo di Cisano Maderno. Nel 2009 riceve il 1° premio per la scultura alla Nona Edizione del “Premio Città di Novara”. Dal 2007 è socia della Società per le Belle Arti della Permanente, Milano.

Post popolari in questo blog

L’Accademia Teatro alla Scala e PINKSIE THE WHALE presentano un balletto ispirato a Pinksie, la balena rosa.

Nasce a Brescia un nuovo grande Festival di Fotografia.

Visita alla casa-studio di Sauro Cavallini